Riso Baldo

Riso Baldo

Spesso paragonato al riso Roma, il riso Baldo si trova comunque in commercio con il suo nome. Non solo, viene considerato una delle migliori varietà di ‘riso emergente’ e anche l’alta cucina inizia ad interessarsi a lui.

Il riso Baldo viene introdotto in commercio nel 1977. A oggi non è una delle varietà più conosciute, eppure vale la pena sperimentarlo in cucina per i risultati che sa regalare.

Lo si riconosce per la sua forma semi affusolata e l’aspetto cristallino.

Tradizionalmente utilizzato per i risotti – soprattutto in Piemonte – il riso Baldo si gusta bene anche freddo in insalata, per cui specialmente in estate vale la pena tenerne un po’ in dispensa. Non è invece consigliabile il suo utilizzo come base per dolci.

Si tratta di una delle varietà storiche della risicoltura italiana, tanto da essere inserito tra le varietà IGP quello coltivato nel Delta del Po. Questo particolare tipo di riso Baldo si differenzia per una maggiore quantità di sali minerali contenuti nel chicco.

Ricette con Riso Baldo